22. novembre 2006

La Musa di Diprè

La Musa di DiprèEgregio Andrea Diprè
Recentemente lei era tra gli ospiti di Gene Gnocchi alla Grande Notte per ritirare il Wonfango Award. Sfortunatamente non ho potuto guardare la trasmissione e non ho trovato nemmeno i video della serata. Vorrei tributarle il mio umile omaggio dedicandole queste poche, un po’ per farmi perdonare per essermi perso la sua apparizione sulle frequenze della rete pubblica, un po’ per ringraziarla. Se non fossi incappato nel suo programma La Musa di Diprè, su un’emittente privata che non ricordo, all’ ora in cui Lea di Leo su LA9 è già smutandata, non avrei mai scoperto la magia delle opere di Mimmo Rotella e le peculiarità di una tecnica, il decollages, che poco conoscevo. Sono appassionato di cinema e colleziono locandine di film per cui il primo piano della locandina di Tenera è la notte elaborata dall’artista calabrese recentemente scomparso ha catturato la mia attenzione. Mi sono fermato ad ascoltarla mentre lei signor Diprè raccontava, da vero affabulatore, della ricorrente presenza di Marilyn Monroe e delle influenze squisitamente pop art nella produzione rotelliana.
La gratitudine per aver tolto una pietruzza dalla montagna della mia ignoranza mi fa soprassedere al viscido trasformismo politico e alle delinquenziali sparate omofoniche, che le sono costate la pubblica fustigazione di BLOB, di cui ho trovato traccia in rete.
Ho letto che lei è un avvocato. Mi piace pensarla come la versione trentina di Daredevil, l’ eroe dei fumetti Marvel, l’avvocato cieco che di giorno difende in tribunale i buoni e di notte affronta per strada i cattivi. Così lei di giorno difende i riccastri nel foro e di notte con la sua trasmissione salva dallo spettro dell’ignoranza e dalla bancarotta migliaia di allupati che si affidano allo zapping notturno, per la ricerca di materiale che stimoli l’attività onanistica, e che dilapidano considerevoli somme chiamando le linee erotiche.
Già perché La Musa di Diprè tratta un argomento per i più pallosissimo ma lei signor Diprè riesce a catturare l’attenzione anche di chi, normalmente, non dedicherebbe più di tre nanosecondi all’intensità visionaria delle opere di Mimmo Rotella accompagnando la sua presenza in video con una procace maya desnuda.
Però le devo ammettere che a me la cosa ha disturbato un po’: le movenze pretenziosamente erotiche e volutamente licenziose della modella, mentre lei signor Diprè dissertava, mi irritavano e mi distraevano da quello che lei stava dicendo. Se posso azzardare un consiglio, nel caso la sua sia una provocazione e non un becero tentativo di attrarre facile audience, vedrei meglio una bellissima fanciulla assolutamente immobile magari in posa a ricordare qualche scultura o qualche quadro. Meglio se la fanciulla è sconosciuta: lasci perdere le pornostar della scuderia di Riccardo Schicchi come Mercedes Ambrus (anche se mi rendo conto che questo è il fio che ha dovuto pagare per andare in onda su Diva Futura Channel, noto canale culturale monotematico dedicato agli intellettuali della gnocca) e le pseudo pornostar come Larisa Romanova raccattata da Sexy Boxy (altro programma culturale al cui confronto Per un pugno di libri impallidisce).
Se mi permette un ultimo consiglio la invito a non scimmiottare Vittorio Sgarbi: le ho visto perfino passare la mano tra i capelli allo stesso modo. Se la sua vuole essere una parodia le consiglio di estremizzare i tick e le cadenze di Sgarbi. Se invece la sua è solo emulazione per coerenza si deve far invitare a qualche show sbanca-auditel e dare della troia o del coglione indiscriminatamente a chiunque. Non si dimentichi di alzare le mani sulla parlamentare di turno, meglio se avvenente e dello schieramento opposto al suo. Sarebbe comunque preferibile che lei si sforzasse di crearsi un’identità che si allontani il più possibile dal pericoli del dejavù.

Distinti saluti, Richard Gekko

13 commenti

1. Lemi il 22. novembre 2006 alle 11:54 am dice:

L’ho visto dal vivo, al di fuori del programma o delle sue frequentazioni politiche. Credimi, è un imbecille totale.
Uno dei pochi che sembra stupido ma in realtà lo è veramente…:-)

2. FulviaLeopardi il 22. novembre 2006 alle 12:56 pm dice:

beh, almeno ti (ti generale, non ti = te) guardi una bella gnocca e impari l’arte (anche se dubito che chi chiama le linee erotiche poi finisca per guardare quadri)

3. FulviaLeopardi il 23. novembre 2006 alle 8:55 am dice:

buondì

4. Alex il 23. novembre 2006 alle 11:12 pm dice:

credo di averlo visto in Markette.

a pelle mi ha preso male, ma di brutto!

meglio Sgarbi.

Non ne sono più sicuro!

Alex

5. Butel 1 il 24. novembre 2006 alle 12:42 am dice:

Dunque lo schermo nonchè qualche autore lo rendono un quasi figo.

Pare, tuttavia, che sia un cretino.

Ma a noi la persona non interessa quanto il personaggio, ergo a lui va il nostro plauso. A differenza di Sgarbi, mostra chiaro e tondo ciò in cui è veramente esperto…

6. Sara il 24. novembre 2006 alle 2:38 am dice:

Lemi del cazzo, che cazzo dici?? Sei solo un coglione invidioso perchè io Diprè l’ho sentito parlare in pubblico e, cazzo, dà la paglia a Sgarbi!!
Lemi sei un coglione ignorante perchè quelli come te vogliono sputtanare i migliori solo per invidia! Ce ne fossero altri di Diprè in tv e vivremmo in un mondo più attento alle cose belle!

7. Uedra il 24. novembre 2006 alle 9:26 am dice:

a me sa di averlo visto, tempo fa.
non ricordo di preciso. ma cioppresente chi è.
e tutto ciò è incredibile visto che son fuori dal mondo reale, ovvero la tv.

sto Diprè inoltre suscita reazioni contrastanti, leggo…

8. Butel1 il 24. novembre 2006 alle 3:53 pm dice:

mh Sara vs Lemi e nessuno se n’è accorto

9. richard gekko il 24. novembre 2006 alle 5:24 pm dice:

A me questa sara suona molto come andrea…

10. law il 24. novembre 2006 alle 5:45 pm dice:

mio dio ma a ‘sto il titolo di avvocato glielo hanno conferito quelli che l’hanno rilasciato anche a taormina e alla mamma di stifler?!

11. Lemi il 24. novembre 2006 alle 9:44 pm dice:

Uella.
Mi son perso qualcosa negli ultimi tempi…
Si, in effetti anche a me Sara sa un pò di Andrea…Il linguaggio e l’aulicità sono esattamente quelli che ho sentito dal vivo provenire dal piccolo sgarbo, pardon, sgarbi.
Confermo.
Poi, ammetto, con la donna nuda dietro non riesco a concentrarmi su quello che dice.
Ah, ora ricordo che l’ho visto lodare su una rete di Romi Osti delle cose pseudo artistiche di Romi Osti.
Come se Sgarbi recensisse come capolavori le canzoni di SB su Mediaset…
Ecco, si.
In questo è un genio.
Ma sempre un piccolo sgarbi.

12. Mimmo il 19. dicembre 2008 alle 4:24 pm dice:

Mamma mia , qunto sei brutta Larisa Romanova.sei un cesso,pure stupida

13. beppe il 01. gennaio 2010 alle 12:32 pm dice:

Diprè è un grande,io vivo d’arte e so quel che dico.Diversamente, la mamma degli stupidi è matematicamente sempre incinta.Prendetevi le vostre responsabilità e uscite allo scoperto senza nascondervi come conigli.Affrontate la questione analiticamnte, sono certo che imparerete qualcosa da Diprè.
Beppe

Lascia un commento

Puoi usare questi Tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>