08. aprile 2014

Imprescindibili notizie

Stefania BozziGF, anche «mammà» dice sì alla coppia Giovanni-Chicca

Da veronese e da persona che ha conosciuto sia madre che figlio non posso esimermi dal commentare con un pacifico: “ecchissenefrega”!

Braccia rubate all’agricoltura.

16. gennaio 2014

Museum of Menstruation and Women’s Health

Red Flag, Judy Chicago, 1971Un quadro dipinto col sangue del flusso mestruale, un gilet confezionato con salvaslip, mutandine macchiate utilizzate come supporto per un autoritratto, assorbenti di cotone che rappresentano il fulcro di un’istallazione artistica.
Tutto questo lo potete trovare solo al Museum of Menstruation and Women’s Health. Un museo unico al mondo nel suo genere perchè tratta un argomento che il molti tendono ad evitare: le mestruazione e tutto quello che ci ruota intorno.
In questo particolare museo trovano posto anche vecchie pubblicità norvegesi e serissime istruzioni su come far bollire le pezze di cotone che le nostre nonne utilizzavano al posto degli assorbenti, e testimonianze dal femminismo ruggente di studiose del calibro di Natalie Angier e Camille Paglia. Ci sono anche inquietanti macchine per togliersi il pensiero aspirando completamente il flusso tutto in una sola volta. Trovano posto anche l’opera simbolo di una generazione che Judy Chicago ha regalato al museo (foto qui a lato) e invettiva contro lo stereotipo pubblicitario di Quiara Z. Escobar.

Argomento a parte: cavolo, il design del sito è esso stesso degno di museo. Sembra concepito nel giurassico.

24. dicembre 2011

Vigasiosexploitation – Il cinema agricolo per un pubblico agricolo

Vigasio ha sempre avuto un posto particolare nel mio cuore, tra le terre in quello sputo di grappa e bestemmie che chiamano Verona, per aver dato i natali a donne come Giorgia Cosplay.
Ma quando oggi ho scoperto questi due piccoli capolavori


il mio più grande desiderio è stato trasferire la residenza a Vigasio.

10. dicembre 2011

The Black & White Slang

 

Il compagno di merende psv mi ha pagato in moneta sonante per parlare di un evento, una mostra fotografica: The Black & White Slang

La personale, ricca di circa 30 dei più celebri scatti di Aurelio Farina, ripercorre la vita artistica del fotografo. “Un cammino a ritroso”, come Aurelio ama definire il suo percorso artistico. Il bianco e il nero saranno i toni che permetteranno al visitatore di percepire dapprima le ombre, quindi le sfumature e addirittura, come in un esplosione, tutti i colori presenti al momento dello scatto. Saranno quindi i volti della gente, le città vissute, i momenti di vita quotidiana a fare della mostra un evento assolutamente unico ed autentico.

Ma se anche il più scemo dei papà di Vicenza non mi avesse pagato ne avrei parlato comunque prima o poi dell’arte di Aurelio. Perchè spacca. Punto.

19. novembre 2011

Jennifer Lopez e lo spot della nuova fiat 500


Solo il tempo ci dirà se la fiat che sta portando avanti un rilancio del marchio molto aggressivo (una delle prime aziende al mondo a sbarcare come pagina verificata in Google+) trarrà giovamento dall’accostamento con Jennifer Lopez per aggredire il segmento di mercato sensibile al suo fascino. Scommetto che a Torino (Detroit???) si aspettano molto da questo testimonial anche se c’è chi oltre oceano lamenta una sovraesposizione mediatica della regina delle latinas.
Quello che forse non molti hanno notato è che all’inizio del clip appare pure un altro brand (quello dei mirtilli) che sta cercando disperatamente di riconquistare quote di mercato.

Faccio pubblica ammenda: ho Jlo tra le persone che seguo su twitter e come suo fan ritengo che gli short che le hanno fatto indossare non le rendano giustizia. La invecchiano troppo.

18. maggio 2011

Mio papà è scemo – piessevu

mio papà è scemo - piessevuPrecipitando si vola ne ha combinato un’altra delle sue. Chissà cosa ha fatto o cosa ha detto per convincere quel poverocristo dell’editore a pubblicare il suo libro.
Comunque, adesso che ce l’ho qui in mano Mio papà è scemo mi rendo conto che preci è davvero scemo. E un po’ riesce a fare sentire scemo anche me.
Tra le righe ci leggi qualche eco della sua infanzia di bambino difficile, ci leggi pure delle sue frustrazioni come padre che in tutti i modi cerca di difendere quel pezzetto di non omologazione che gli è rimasto.
Se non lo comprate e lo leggete sto libro, vengo a casa vostra a spiare vostra figlia o la vostra donna mentre si fanno la doccia.

« Post sucessivi